Piazzola ricorda la Resistenza: la tutela della tomba di Luca Michelon

La tomba di Luca Michelon, concittadino di Piazzola sul Brenta, morto a seguito delle sevizie naziste due anni dopo la fine della guerra (1947), rischiava di essere rimossa in base alle normative vigenti. Gli alunni delle classi 5C e 5L, insieme alle docenti Sara Campanella e Anna Lisa Perazzolo nell'ambito del progetto “La resistenza: i caduti per la libertà di Piazzola sul Brenta” in collaborazione con ANPI, hanno potuto ricostruire le ragioni della resistenza del Michelon grazie alla preziosa testimonianza dell'anziano Edoardo Scalco e richiesto insieme al Preside,all cultore di storia locale Ivo Callegari e allo  stesso Scalco, la tutela della sua memoria come “caduto per la libertà".

La sua tomba, insieme a quella degli altri partigiani sita nel cimitero di Piazzola è stata scenario dei racconti di Scalco e Callegari e  delle riflessioni delle ragazze e dei ragazzi il giorno 18 maggio alla presenza del Sindaco, della segretaria locale ANPI e degli insegnanti.

Nella seduta del 21 luglio 2021 la Giunta Comunale ha accolto la proposta di onorare e conservare in senso più ampio la memoria storica del territorio di Piazzola, con la tutela delle testimonianze e dei manufatti simbolo di un'epoca e di un vissuto storici importanti per la storia locale e nazionale.

Allegati
3512_DeliberadiGiunta_Copia_83_2021.pdf

Pubblicata il 04-08-2021