"Let's Have Fun!": gli studenti raccontano

Venerdì 25 giugno si è concluso il progetto "Britain in a Box / Let's Have Fun!", settimana di full immersion nella lingua inglese dedicata agli studenti e le studentesse del biennio. Nonostante il caldo cocente, la proposta della London School di un viaggio virtuale in Gran Bretagna, con tanto di Zoom calls in diretta con degli abitanti delle isole, ha riscosso un grande successo.

La proposta, assieme a Roboland de verano, è stata parte del piano estate dell'Istituto, una progettualità gratuita offerta agli studenti del biennio, e ha visto l'adesione di tre gruppi di studenti per un totale di 38 partecipanti. I ragazzi sono stati accompagnati da sei studentesse e studenti 'senior', guide di terza e di quarta che hanno facilitato le attività e la comunicazione, quando necessario, con gli esperti della London School.

Riportiamo qui di seguito alcuni scatti e i racconti dell'esperienza che ci hanno inviato i tutor. Grazie a tutti i partecipanti, ai formatori, e buona estate a tutti!

*

The project "Let’s Have Fun!" was very interesting and fun too. I found that the teachers were good and available and the activities were engaging. As a tutor, I didn’t encounter any difficulties at all and I really enjoyed this experience, especially because I had never been a tutor and I had the opportunity to try. I was also interested in the Zoom calls that we had with other native speakers, in which they talked about their towns and lives and answered some of the students' questions. However, I would suggest a larger variation in the activities for each day, in order to make them more interactive and fun. 
Annalisa

Crediamo siano stati momenti dinamici e coinvolgenti nei quali i ragazzi hanno avuto la possibilità di trovare nuovi amici e di ampliare le loro conoscenze non solo in campo linguistico ma anche in quello tecnologico con l'utilizzo di nuove piattaforme (come padlet). La curiosità dei ragazzi è stato l'elemento portante di questa esperienza facendo sì che non ci fossero attimi vuoti e noiosi ma sempre di condivisione e di dialogo.                                                                                   
Emma e Giada

During this week, the tutors had to help the students in the different activities and to support teachers in the management of materials. Students asked the tutors interesting questions on the recurrent grammar doubts, but also to compare the cultural information that they found.
Altogether, the experience was very interesting and well organised, especially because the tutors were involved in activities that require small responsibilities.
Giulio

[Il progetto è stato] un’ottima iniziativa non solo per aver permesso l’interazione tra ragazzi di diverse classi con età simili, ma anche per aver costituito un percorso d’apprendimento differente da quello scolastico tradizionale. I metodi per far interagire i ragazzi sono stati i più vari, da giochi di gruppo ad attività a coppie, dall’uso dei computer alla visione di video relativi alla realtà britannica.
Professori, professoresse e tutors hanno solo avuto il compito di sollecitare e affiancare gli studenti e le studentesse partecipanti, che sono stati la vera parte attiva del corso.
Genny e Filippo

Pubblicata il 25-06-2021